Che cos’è il T.T.I.P.? E’ solo pollo per cagnolini

1382536130_Smokey_01

Lo trovo già lì, seduto al bar, in questa Amsterdam di metà luglio.
Lui, D.B., è quello che i giornalisti/blogger/amanti delle news nascoste/complottistiche chiamerebbero “insider”, cioè colui che, vivendo dentro un sistema che nasconde del marcio, decide di raccontare ciò che non dovrebbe.

C’è caldo, un gran sole, siamo a due passi dal Red Light District e davanti a noi un gruppo di ragazzi esce dal coffee shop in pieno stato alterato, insomma, fumati abbestia.

I presupposti per scrivere un articolo no-sense ci sono tutti: lui che sceglie me, io che ascolto lui, Amsterdam, le droghe, il capitalismo che offre mille spunti complottisti, un blog pieno di ciambelle.

D.B.:“Allora, sei pronto a sentire qualcosa che ti sconvolgerà?”

CiambelleSuMarte:“Ho appena sentito Renzi parlare in inglese per un’ora, difficile superare quella soglia”.

Accenna un sorriso, “sorseggiando” una white widow. Lo guardo, tranquillo, osservare le olandesi accaldate che obiettivamente fanno rimpiangere i vent’anni volati via. Più lo osservo e più mi convinco che forse il volo Milano – Amsterdam non verrà mai ripagato da quello che mi vorrà dire: insomma, mi preparo alla peggiore delle cazzate.

CiambelleSuMarte:“Prima di svuotare il sacco, mi spieghi perché non potevamo parlarne via Skype? E perché Amsterdam?”

D.B.:“Non mi hai dato l’impressione di essere uno che ha molto da fare. Almeno qua godiamo dei frutti della legalizzazione delle droghe leggere.”

Adesso la mia convinzione si fa sempre più forte, ho preso un volo appositamente per ascoltare uno sproloquio di un narciso amante delle droghe leggere.

CiambelleSuMarte:“Ok, sono pronto. Sgancia la bomba”.

D.B.:“Bene. Devi sapere che io lavoro in USA per una multinazionale della logistica.”

CiambelleSuMarte:“Mmm mmm”, accenno, fingendo di capire cosa voglia dire.

D.B.:”Vedo dalla tua espressione che cercherai “logistica” su Wikipedia appena ci saluteremo. Ti aiuto un attimo.
Immagina di avere una cartina del mondo: ogni volta che una nave parte dagli USA e arriva in un altro continente per consegnare merci, traccia una linea.
Adesso considera tutte le navi con container che partono in una settimana. Ti assicuro che la tua cartina si riempirà di linee fittissime, tutte con destinazioni diverse. Il mondo ti apparirà come un campo di shangai.”

rotte

CiambelleSuMarte:“Mmm mmm”. La cosa inizia ad interessarmi, nonostante la ragazza con la maglietta bianca e senza reggiseno che sta gustando un gelato proprio dietro di lui.

D.B.:“Bene. Io sono uno dei pochi che ha la responsabilità di ordinare, tracciare, decidere quali e come devono essere quelle linee.”

CiambelleSuMarte:“Caspita. Un lavoraccio. Ti pagano bene?”

D.B.:“Non siamo qui per parlare del mio salario”, dice, accarezzando un porta documenti con dentro decine di carte di credito.
“Il fatto e’ che quelle linee non sono solo frutto di scelte commerciali.”

CiambelleSuMarte:“Mmm mmm. Spiegati meglio.”

D.B.:“Quello che ti sto per raccontare è una realtà molto semplice, ma che delinea il futuro prossimo del nostro mondo: le cosiddette “tigri asiatiche” andranno a morire, mentre Stati Uniti ed Europa ricompatteranno il grande Occidente per fronteggiare la nascente potenza russa-cinese.”

CiambelleSuMarte:“Mmm. E magari c’entrano anche le scie chimiche? Dì la verità, sei grillino?”

D.B.:“Ma no, fidati, ti sto parlando di una realtà che vedo tutti i giorni e che in parte orchestro anche io”.

Ed è così che il mio interlocutore si lancia in un’ora di racconti, aneddoti, alchimie.

Benvenuti nel complicato mondo del T.T.I.P.

raynoschek_uncle sam ttip i want europe + chicken albert chlorine_resized_9-f0eb4f15

Il “Transatlantic Trade and Investment Partnership” è un accordo internazionale, tra UE e USA, per consentire il libero scambio delle merci tra queste due grandi realtà occidentali.

E allora? Dobbiamo gioirne o dobbiamo preoccuparci?

Dipende, soprattutto se siamo ghiotti di pollo.

CDQ3jqDW8AAgUAN

D.B.:“Le navi americane piene di polli stracolmi di estrogeni vengono ripetutamente bloccate nel bel mezzo del Pacifico: non è concesso loro entrare in Europa. Diciamo che circumnavigano il vecchio continente per arrivare in Asia. Lì sì che sono ottimi clienti”.

CiambelleSuMarte:“Scusami, mi hai fatto prendere un aereo per sentire storie sui polli?”

D.B.:“Ragazzo sprovveduto. Si vede che sei cresciuto a Bim Bum Bam e ciambelle. La lotta tra Occidente ed Oriente si combatterà a suon di scambi commerciali. E i polli, in questa guerra, sono fondamentali.

A questo punto non so se andarmene o rimanere ad ascoltare queste pazzie: la ragazza davanti a me però si muove un po’, a momenti vedo i capezzoli. Vale quindi la pena restare, pur indossando gli occhiali da sole, per non farmi sgamare.

CiambelleSuMarte:“E spiegami cosa c’entra il T.T.I.P. con l’UE, i polli, l’Asia e il predominio occidentale”.

CAFfFq8WUAEdAgS

D.B.:“Gli americani sono i primi produttori di polli al mondo, insieme al Brasile. Grande fetta della loro economia si basa su questo, escludendo il mercato delle armi. Stiamo parlando di PIL, di occupazione, di rotte internazionali garantite. Gli USA pretendono che questi polli siano pagati in dollari.”

CiambelleSuMarte:“Davvero? Ma tu pensa. Ed io che pensavo che bastassero i soldi del Monopoli”.

D.B.:“Lo dai per scontato, peccato che non ne capisci il reale senso. Se tutte le transazioni economiche tra i paesi al mondo avvenissero in dollari, allora il dollaro statunitense potrebbe considerarsi serenamente la moneta mondiale. Questo vuol dire che il paese che la emette può considerarsi prima potenza al mondo. Peccato però che la Cina fa sempre meno scambi in dollari: fa scambi commerciali con i russi e con gli iraniani in moneta cinese. Questi scambi sono sempre più numerosi, minando la reale potenzialità del dollaro.”

ttip-postcard-chicken550

CiambelleSuMarte:“Mi vuoi dire quindi che gli americani si stanno cagando sotto davanti ai cinesi e davanti a Putin?”

D.B.:“Andando avanti con questo scenario, si verranno sempre più a profilare due super potenze: gli USA da un lato, la Russia-Cina dall’altro.”

CiambelleSuMarte:“Figo. Già mi vedo con la bandiera dell’Europa a mangiare pop corn mentre questi se le danno di santa ragione.”

D.B.:“L’Unione Europea, con il suo Euro che continua a dare fastidio al dollaro, rappresenta il terzo incomodo scemo. E’ come quando in una rissa, arriva il terzo per dividere i due contendenti e si prende i pugni per sbaglio. O come l’amico inutile che ti porti dietro quando vuoi approcciare con un gruppo di turiste straniere carine e sorridenti: il classico faccia da culo che non capisce nulla di inglese e ride alle battute senza capirle. Un cagnolino insomma.”

CiambelleSuMarte:“Vista questa considerazione, capisco gli inglesi e la loro Brexit…”

D.B.:“No, quelli sono ancora peggio. In ogni caso, per fronteggiare l’avanzata russa-cinese, gli USA devono potenziare il dollaro. Per potenziarlo, devono assicurarsi tutti gli scambi in dollari, anche con il cagnolino, cioè l’UE. L’UE, per accettare tutti i flussi di merce provenienti dagli USA, deve modificare alcune regole interne, in primis quelli sull’alimentazione. L’UE sarà pure un cane, ma in materia alimentare è attentissima. Secondo il progetto degli americani invece, dovrà accettare la merda statunitense proprio come fanno i paesi asiatici.”

CiambelleSuMarte:“Perché parli di merda? Non sono bravi a produrre?”

D.B.:“Perché per produrre grosse quantità di polli nel più breve tempo possibile e dalle dimensioni sempre più grandi, gli USA caricano le bestie di estrogeni, vietatissimi nell’UE in quanto riconosciuti come pericolosi per la salute umana*. Immagina che tra gli effetti c’è pure la produzione di ormoni femminili negli uomini ” (questa è divertente, ma è vera).

gfx

CiambelleSuMarte:“Sti cazzi. Dovremmo dire assolutamente NO al T.T.I.P. o saremo circondati da tanti esemplari di Cristiano Malgioglio! Non saremo mica scemi!”

D.B.:“Tu pensi che veramente l’UE si opporrà?”

CiambelleSuMarte:“Dici di no? Ok, ma cosa ci guadagniamo?”

D.B.:Un cagnolino, quando corre dopo aver visto lanciare il bastoncino dal padrone, si pone questa domanda?”

CiambelleSuMarte: “Mmm no. E’ un cane.”

D.B.:Appunto“.

foto

 

NB: Ok, non è proprio tutto vero quello che ho scritto. Non ho intravisto i capezzoli della ragazza, purtroppo aveva il reggiseno.

* Si tratta di antibiotici come nitrofurani e biochina, di estrogeni come virginiamicina e zincobacitracina. Queste sostanze sono vietate dal 2006.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *